Regione Molise

SPORTELLO LINGUISTICO COMUNALE

Ultima modifica 1 dicembre 2017

“…..E’ una sconfitta per l’umanità quando muore una lingua… perchè quando muore una lingua muore una cultura, muore una trasmissione atavica di tradizioni. Perchè la lingua trasmette l’anima dell’uomo e quindi quando muore la lingua muore l’anima dell’uomo…. Noi come umanità dovremmo sentirci sconfitti quando muore una lingua…”
[cit. Pino Cacozza]

 

Gli Sportelli Linguistici Comunali sono attivi nei comuni di Montemitro, Acquaviva Collecroce e San Felice del Molise./ Sportile do grada za naš jezik jesu u Mundimitar, na Kruč oš na Filič.

Istituiti ai sensi degli articoli 9 e 15 della Legge 482/99, sono finalizzati alla tutela e valorizzazione delle Minoranze Linguistiche Storiche, vera e propria ricchezza del patrimonio nazionale. Lo scopo è garantire l’uso orale e scritto delle lingue minoritarie nell’ambito dei servizi amministrativi, social, culturali e della loro divulgazione attraverso i mass media.

Su bil tvorene s ledžom 482/99 art. 9 oš 15, za čuvat oš za činit rest jezike govorene do malo čeljadi ma do čuda vrimena, jer ke jesu imbortand za sekolika Litalija. Maju držat živ jezik gdi je Kumun, maju mandenit staru kulturu oš tradicijune oš maju činit poznat naš jezik po svito.

Tra i fiumi Trigno e Biferno, non lontano dal Mare Adriatico, nei paesi di Acquaviva Collecroce (Kruč), Montemitro (Mundimitar) e San Felice del Molise (Filič) vive la comunità dei croati molisani, probabilmente la più piccola minoranza linguistica d’Italia. Giunti intorno al XV-XVI secolo “iz one bane mora” (dall’altra parte del mare), per sfuggire all’avanzata ottomana nei Balcani, gli “schiavoni”, come furono ribattezzati dalle popolazioni locali, trovarono rifugio sull’altra sponda dell’Adriatico, in terre in gran parte spopolate dopo il terribile terremoto del 1456 e da un’epidemia di peste. In questi tre paesi si è conservata, trasmessa solo oralmente e sfidando i secoli, la lingua chiamata “na-našo”, un antico dialetto slavo originario dell’entroterra dalmata.

Usri riki Trigno oš Biferno, ne čuda nadugo do mora, jesu tri grada: Kruč, Mundimitar oš Filič, di živu “kroate molizane”, benja minorandza lingvistika taljana veče mala. Ove čeljade zlave, “škavune” kako hi zovu gdi su grada kurto, su dol iz one bane mora (da Ladalmacija) okolo lu 1500 jer ke udjahu do Turki. Su dol bitat ove mista ke su ba ostal sendza čeljadi dop taramuta de lu 1456 oš epidemije do pešte. Na ove tri grada se govore još stari jezik ke se zove “na-našo", ke čeljade su donil do Ladalmacije e je se mandenija za sekolike ove sekuja sendza bit pisan.

 


Addetti allo sportello linguistico / Dije sportija rabu:  

Miletti Serena

Pasciullo Sara

Piccoli Maria Teresa

 


Orario di apertura al pubblico / Sportija je tvoren: 

Lunedì / Prvidan: 10.00 - 11.00

Mercoledì / Srida: 16.00 - 17.00

Venerdì / Petak: 16.00 - 18.30


Indirizzo:

Via Makarska, 11 ( Presso Municipio)


Info:

Tel./ Fax: 0874877259

e-mail:  sportellocroatomontemitro@gmail.com

Pagina facebook: https://www.facebook.com/sportellicroatidelmolise/?ref=bookmarks 


Relazione intermedia al 31 ottobre 2017

Legge n. 482 del 15/12/1999 norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche

L.r. n. 15 del 14/05/1997 Tutela e valorizzazione del patrimonio culturale delle minoranze linguistiche nel Molise